Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Giovedì 7 Dicembre 2017 - Non ci sono ancora commenti

Under 18 Femminile: Nuova Matteotti Corato 60 - LSB Lecce 42

 

Nuova Matteotti Corato 60 – Lsb Lecce 42

Arbitri sigg.: Di Tommaso e Balducci di Corato

 

Matteotti Corato 60

 De Leo 7, Elfayekh 4, Di Terlizzi 3, Rutigliano 3, Maggiulli 8, Colamartino, Gatta 8, Panico 2, Lagonigro, Pappalettere 9, Conticchio 10, De Nicolo 6

(All. De Nicolo)

 

La Scuola di Basket Lecce 42

Cenerini 5, Martella 13, Povero 19, Pulito 4, Lauria, Cino, Brescia, Alfieri, Martina, Pintari, Solimene.

(All. D’Amato Simona)

 

Sconfitta amara per le ragazze della Scuola di Basket Lecce; si poteva e si doveva fare molto di più rispetto a quanto visto in campo contro la Matteotti Corato.

Purtroppo, se il buongiorno si vede dal mattino, sin dai primi minuti di gioco le leccesi sono apparse deconcentrate e poco inclini a voler affrontare la gara con la giusta aggressività e soprattutto con la voglia di far bene, favorendo quindi le avversarie con un gioco ai limiti della correttezza a cui gli arbitri hanno concesso fin troppo.

 

La cronaca.

Martella e Cenerini faticano per tutta la gara a trovare la via del canestro, Brescia e Pulito risulteranno sempre poco incisive, subendo oltremodo la difesa aggressiva della squadra di casa, Alessandra Povero è l’unica che in qualche modo cerca di darsi da fare in attacco e in difesa ma non è mai sorretta adeguatamente dalle proprie compagne ed alla fine  paga questo dispendio di energie con una scarsa lucidità nel gestire il gioco di squadra.

 

A queste criticità, si aggiunge anche la contestata ed improvvisa uscita per 5 falli di Alessia Cenerini, da cui le proteste del Coach D’Amato, che manifesta agli arbitri i forti dubbi sulla corretta gestione del referto di gara da parte del personale (volontario) chiamato a svolgere il ruolo di giudice di tavolo ma ormai il danno è fatto.

 

Nonostante l’assenza dal campo di Alessia Cenerini per tutto il 3° e 4° tempo di gioco, il divario tra le due squadre non supera i dieci punti, anche se era chiaro che le leccesi erano completamente in giornata negativa e che non sarebbero riuscite ad impensierire più di tanto il Corato. 

La certezza della sconfitta si ha quando anche le altre giocatrici, Lauria, Cino, Pitardi, Alfieri, Martina, Solimene, chiamate tutte in causa non riescono ad offrire alcun contributo migliorativo, con una prestazione che alla fine risulterà anche per loro al di sotto dei loro standard tecnici.

Nulla di fatto quindi con la classifica che rimane invariata per la LSB Lecce ed ora si pensa a preparare la prossima trasferta di Mottola, certi di poter vedere in campo una squadra con un atteggiamento ed una concentrazione completamente diversi.

 

Ufficio Comunicazione LSB